Resti crociati

Museo

La parete settentrionale e quella occidentale sono riservate all’esposizione dei reperti della basilica Crociata, costruita nel XII sec.

Quelli più interessanti sono i capitelli, alcuni intatti e altri meno, esempi magnifici dell’arte medievale crociata d’ispirazione francese.

Sono esposti anche alcuni pezzi architettonici decorati con animali e altri con drappi di abito, che con molta probabilità appartenevano a un più ampio programma decorativo dell’intera basilica. Inoltre, nella parete occidentale sono esposti tre pezzi di cornicione con iscrizione in latino che può essere così ricostruita: "Ecce ancilla Domini… concepit de sanctu spirito”. Tale iscrizione probabilmente apparteneva al cornicione posto in epoca crociata sopra la grotta venerata o all’ingresso della chiesa.

Nella stessa parete è esposta la pietra con il graffito in caratteri onciali del XII sec., ritrovata nel 1966 nella Grotta dell’Annunciazione, in cui si legge l’Ave Maria in latino, accompagnata da qualche segno, o stemma nobiliare difficile da identificare.

L’iscrizione con tutta probabilità è opera di un pellegrino che incise una pietra della basilica ormai in rovina.