“Cappella dell’Angelo”

Ingresso alla Grotta

L’attuale cappella dell’Angelo, lo spazio che precede la S. Grotta e le fa da anticamera, è sempre stata parte del Luogo sacro, fin dall’edificio pre-bizantino. Lo testimoniano il mosaico con l’iscrizione in greco, che cita il diacono Conone di Gerusalemme, e le scalette tagliate nella roccia, che collegavano il piano superiore, con i pavimenti in mosaico, al livello inferiore della Cappella dell’Angelo.

La cappella, oggi libera da mura, è delimitata da quattro colonne in granito erette su una balaustra, che dividono il presbiterio dalla cappella. Le colonne appartenevano al Santuario di epoca crociata e sostenevano le volte della cappella.

Cappella dell’Angelo